Olympia Rovereto logo dolomiti energia logo
cerca apri menu
dolomiti energia logo
Serie A2

Maccan Prata corsaro, l' Olympia sfiora la rimonta

OLYMPIA ROVERETO-MACCAN PRATA 3-5

RETI: 8” pt, 13’30” pt e 2’21” st aut. Lari (MP), 6’44” pt Focosi (MP), 15’08” st Maddalosso (OR), 16’29” st Eric (MP), 17’30” st Bazzanella (OR), 19’49” st Spatafora (MP).

OLYMPIA ROVERETO: Veronesi, Thyago, Moufakir, Joao Cleber, Frisenna, Rafinha, Maddalosso, Bazzanella, Onzaca, Cristel, Secchi, Bernardelli. All. Saiani.
MACCAN PRATA: Verdicchio, Martinez, Vecchione, Marcio, Focosi, Eric, Biancato, Spatafora, Imamovic, Zecchinello, Lari, Boin. All. Sbisà.
ARBITRI: Soligo di Castelfranco Veneto e Fantino di Savona. CRONO: Moser di Trento.
NOTE: espulso al 13’06” st Rafinha (OR) per doppia ammonizione, ammoniti Spatafora ed Eric (MP).

Matteo Cristel prova l'affondo
Matteo Cristel prova l'affondo

LA CRONACA

L’Olympia Rovereto esce sconfitta dalla sfida con la capolista Maccan Prata, ma dopo un primo tempo contrassegnato da tre marcature friulane, nella ripresa, rischia la clamorosa rimonta con episodi poco fortunati che hanno determinato il successo friulano in un finale denso di "suspence".
Saiani parte col giovane Veronesi fra i pali, ma il battesimo non è fortunato perché dopo 8 secondi viene perforato da una conclusione al volo di Lari; l’Olympia reagisce subito, ma Thyago colpisce il palo. Raddoppia invece il team friulano con Focosi che vince un duello con lo steso Thyago ed infila sotto la traversa. Dopo una parata di Verdicchio sul sinistro di Moufakir arriva il tris giallonero con il bomber Lari che di tacco infila sul secondo palo un assist di Eric.

Duello fra Rafinha e Focosi
Duello fra Rafinha e Focosi

Il riposo rimette un po’ in ordine le idee delle «pantere» che iniziano la ripresa premendo in attacco e con Bernardelli fra i pali. Dopo un salvataggio di Verdicchio su Bazzanella, arriva il gol rossoblù con un passaggio da destra dello stesso Bazzanella che Lari devia nella propria porta per anticipare Thyago. Dopo un’occasione capitata ancora a Lari, alto, è Onzaca a provarci due volte, ma prima trova la murata in uscita di Verdicchio e poi la respinta di Focosi davanti alla porta. Poi per due volte è ancora decisivo il portiere ospite prima su Secchi, lanciato da Moufakir e poi con lo stesso Hassan che non riesce a scavalcare in pallonetto Verdicchio.
Al 14’ succede di tutto: prima palo di Spatafora, poi contropiede di Rafinha che, trattenuto per la maglia, finisce giù, ma l’arbitro clamorosamente lo ammonisce la seconda volta per simulazione e lo manda negli spogliatoi. L’Olympia tiene bene l’inferiorità numerica e, proprio allo scadere dei due minuti, accorcia le distanze con la «puntata» di Maddalosso. Il pubblico trascina l’Olympia verso l’impresa ma su un contropiede Bernardelli salva su Eric, ma il pallone prende uno strano effetto che torna sui piedi del giocatore ospite, abile a mettere in rete. Finita? Macché. Col portiere di movimento Bazzanella riporta l’Olympia in scia, ma a undici secondi dalla fine, capitan Spatafora in scivolata chiude il match.
Sabato prossimo per l’Olympia trasferta in Sardegna contro il Città di Sestu

Un momento dello spettacolo offerto dall'ASD LIFE di Rovereto ieri al Palasport
Un momento dello spettacolo offerto dall'ASD LIFE di Rovereto ieri al Palasport

RISULATATI, MARCATORI E CLASSIFICA DELLA 4ª GIORNATA DEL GIRONE A

Fotoservizio di Leo Hodaj

Autore
Cristiano Caracristi

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,016 sec.